Corporate Coaching

Il management lavora nel sistema, la leadership lavora sul sistema. (S. R. Covey)

Per le organizzazioni che vogliono innescare un cambiamento in grado di aggiungere a benefici immediati una crescita sostenibile delle performance nel lungo termine.

Progetto e realizzo su misura questi percorsi con l'obiettivo di valorizzare le persone, migliorare le loro prestazioni e la qualità delle relazioni. I percorsi sono indirizzati a figure chiave dell'organizzazione e a team da costituire o già costituiti.

Le mie competenze manageriali consolidate con l'executive MBA conseguito alla SDA Bocconi e l'esperienza pluriennale in multinazionali e startup mi permettono di comprendere e saper gestire le dinamiche organizzative, di processo e di mercato.

Questo mi consente di lavorare in perfetta sintonia con le persone coinvolte nei percorsi di coaching, modulando strumenti e contenuti su aspetti relativi sia alle hard sia alle soft-skills.

Le competenze del coaching integrate a quelle manageriali per sviluppare il potenziale dell'intera organizzazione.

Sessioni individuali e di team

Team Coaching

Le competenze del coaching integrate a quelle manageriali per sviluppare il potenziale individuale e del team.

Sessioni individuali e di team.

Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo. (Henry Ford)

Per le organizzazioni che vogliono sviluppare il potenziale di un team esistente o crearne uno ex-novo valorizzando le risorse individuali al fine di combinarle con quelle degli altri per conseguire un successo più grande.

Sviluppare il potenziale di un team apre almeno 2 dimensioni di intervento

  • l'individuo, in termini di profilo attitudinale e risorse individuali

  • il team, in termini di natura, relazioni, caratteristiche e funzionamento

che si combinano e danno situazioni a situazioni diverse che richiedono interventi specifici o integrati in percorsi che alternano sessioni individuali e sessioni di team.

Mappare le performance su queste 2 dimensioni aiuta a focalizzare il tipo di intervento da progettare per realizzare un percorso efficace. Prendendo in prestito i termini usati nella citazione di Henry Ford, possiamo rappresentare 4 situazioni nella matrice:

matrice team.jpg

Le mie competenze di coach integrate a quelle consolidate negli ultimi 7 anni sulle soft skills, lo sviluppo e l'applicazione di strumenti per identificarle e misurarle, quali il Modello MASPI e l'Assessment by Team-CARE Coach©, mi consentono di costruire e realizzare dei percorsi di coaching basati su una metodologia rigorosa di processo integrata a un'elevata attenzione e cura per le persone.

 

Percorso Resilienza

Non mi giudicate per i miei successi ma per tutte quelle volte che sono caduto e sono riuscito a rialzarmi. (Nelson Mandela)

La resilienza, che identifichiamo come la capacità positiva delle persone di gestire lo stress e la misura delle strategie di adattamento per affrontare e superare situazioni di difficoltà, è la pietra angolare delle soft skills.

Sviluppare la resilienza implica infatti migliorare la leadership personale e l'influenza sociale, il pensiero critico, le strategie di apprendimento, la capacità di risolvere problemi complessi, l'ascolto attivo, la flessibilità e la capacità di adattamento agli altri e all'ambiente...

Oggi più che mai sviluppare la resilienza è ritenuto indispensabile da molte voci autorevoli per garantire la sostenibilità e il successo alle organizzazioni.

In periodi e contesti di difficoltà, allenare e sviluppare la resilienza per controllare e gestire lo stress in modo positivo ha 2 benefici immediati: migliora le performance, in termini di risultati e di gestione delle relazioni e riduce il rischio di burnout, in termini di logorio psicofisico e emotivo.

La resilienza è un patrimonio del DNA umano, non è un talento che alcuni hanno e altri non hanno. Si tratta di capire quali strategie si usano e in quale misura: come punto di partenza del percorso propongo l'uso della Scala di Resilienza Connor e Davidson CD-RISC-25©, perché se non si può misurare qualcosa, non si può migliorarla (W.T.Kelvin).

La scala permette di misurare 5 fattori su cui intervenire:

  1. competenza personale, standard elevati e tenacia

  2. fiducia in sè stessi, gestione delle emozioni negative e resistenza allo stress

  3. accettazione positiva del cambiamento e relazioni sicure

  4. controllo

  5. influenze spirituali

La formazione sul tema, le competenze sviluppate sulle soft-skills unite a quelle di coach professionista e l'esperienze personali e professionali affrontate, mi permettono di realizzare un percorso efficace costruito sulle specifiche esigenze dell'organizzazione e delle persone coinvolte nel progetto.

Le competenze del coaching integrate a quelle manageriali per sviluppare la resilienza individuale e del team.

Sessioni individuali e di team.